Motociclettando 2016 - Designed and created by Slaymer

                                      

                                                                                                                                                                                                                                                        … Fermati e Respira !!!                                 

MOTOCICLETTANDO

#7

Home il progetto Roadbook Libri Contatti

IL CLASSICO - Strade Bianche in Chianti

Edizione “zero”

Il percorso de “Il Classico” è del tutto inedito: con una lunghezza di circa 200 chilometri nella sua forma completa, è per metà asfalto e per metà strade bianche, un ricamo di sentieri, sottobosco, carrareccie che si sviluppa tutta all’interno del territorio del “Chianti Classico” conducendovi a scoprirne gli angoli più segreti e meravigliosi. Non ci sono indicazioni come per L’EROICA, ma bensì l’organizzazione ci ha fornito di tracce per i navigatori e roadbook gps cartacei. Quindi il percorso andava guadagnato e navigato, ma le strade erano godibili e di facile percorrenza. Il rispetto dei luoghi percorsi era la prima regola, infatti in molti luoghi dove siamo passati si effettuava ancora la vendemmia; inutile dirlo che lo spirito dell’evento era “gentelmen rider” e al passaggio di ciclisti, pedoni o in prossimità di cantine/dimore/case il gas andava ridotto. Questa è una filosofia che mi piace molto!!!


Organizzato da Andrea di www.eroiciinmoto.it in collaborazione con www.chiantilive.it è un’EROICA con un pò più di “pepe”.


Si rimane nel cuore del Chianti, partendo da Radda in Chianti (base logistica, e punto di partenza e arrivo) e percorrendo i Comuni di Radda in Chianti, Greve in Chianti, Gaiole in Chianti, Monti in Chianti, Castellina in Chianti. Alcuni tratti, ma proprio brevi, ripercorrono le strade dell’EROICA tutto il resto è un percorso nuovo accompagnato dai meravigliosi ed unici paesaggi del Chianti. Percorsi godibili da tutti i motociclisti e con percorsi alla portata di tutti; ognuno con il suo ritmo.

“Il Classico” anche se ognuno di noi aveva un numero e dei “check-point” dove timbrare il passaggio, non è una gara ma una stupenda motocavalcata nel Chianti.


In questa edizione, primissima e pertanto definita “edizione ZERO”, il cielo ci ha graziato con un debole Sole scaldando la giornata del sabato, dopo le piogge torrenziali dei giorni precedenti (n.d.r. “positivismo metereologico”). Per il resto sono state le nostre moto a scaldare gli animi, e la “prova speciale” che chi voleva poteva evitare è risultata particolarmente fangosa con pozze molto grandi, e alcuni pezzi in roccia in salita sufficientemente tecnici. (n.d.r. Il continental TKC80 si è comportato bene … e “Leila” ancor di più).


Nel complesso è stata un’esperienza costruttiva, anche grazie ai consigli degli istruttori della GSSS, e una grande soddisfazione portare la mia “Leila” con successo fino all’arrivo.

Mi sono davvero divertito!

Pura Vida